Visitare Tournai, in Vallonia. Per un insolito Belgio!

Finalmente Vallonia!!

Chi segue il blog sa che ho una particolare predilezione per le cittadine insolite e meno battute dal circuito turistico e che il Belgio è stata una piacevole scoperta, tanto da tornarci diverse volte negli ultimi anni. Oltre alle famose Fiandre, dove spiccano Bruges, Gand, Mechelen e Lovanio, nei dintorni della capitale, mancava di poter assaporare l’aria della Vallonia, la parte meno turistica del Belgio. Sono riuscita a visitare Tournai con un comodo treno durante un fine settimana a Lille (si, dalla Francia al Belgio in un fine settimana), e ve la consiglio!

 

Tournai, a soli 10 km dal confine francese, è una delle più antiche città del Belgio e merita una visita. E’ un gioiello medievale ricco di storia, un paradiso per gli amanti della birra (ma le cittadine belghe con una tradizione birraia sono molte!), è conosciuta fin dal medioevo per i suoi arazzi, per le sue armature e per la pietra blu che si estraeva nella zona. E’ adagiata sul fiume Schelda (o Escaut), lungo il quale in primavera estate è possibile fare lunghe e piacevoli passeggiate. Il panorama della cittadina è dominato dal Beffroi, la torre civica.  E’ una cittadina piena di aree verdi e con tante aree giochi per bambini, quindi consigliata anche alle famiglie!!

Ecco i suggerimenti per la visita! 

Il turismo italiano è quasi inesistente, mentre passeggiando per la cittadina si notano parecchi turisti inglesi, perché Tournai è stata l'unica città del Belgio, che una volta apparteneva al regno inglese.

La vita scorre intorno alla triangolare Grand Place, ricca di locali e ristoranti e su cui si affacciano i principali palazzi.

Nella piazza troneggia il campanile cittadino il più antico del Belgio "beffroi” o “belfry”, sito Unesco, che suona le sue campane dal 1217. Oggi ospita una serie di piccole mostre che ne raccontano la storia mentre si fanno le scale verso la piattaforma panoramica (gli scalini sono oltre 250), per ammirare Tournai e i suoi dintorni.

Per la cronaca,l’imponente campanile è stato uno dei pochi edifici della piazza a sopravvivere al bombardamento tedesco del 1940.

 

Tournai è conosciuta come la città dei cento campanili. La Cattedrale di Notre Dame di Tournai è una delle chiese più belle del Belgio, anch'essa nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO. La sua realizzazione avvenne tra il XII secolo e il XIII secolo, con il nucleo originale del  VI secolo periodo in cui la città era capitale del regno dei Franchi. La chiesa venne consacrata nel 1171. Al suo interno si trova un museo nel quale sono conservati vari preziosi tesori, tra cui opere di Rubens. Ha un’imponente navata romanica del XII secolo e un coro gotico, sormontato da cinque campanili, le cui  torri incombono sul paesaggio urbano, a testimonianza della potenza della Chiesa cattolica durante il periodo di massimo splendore cittadino.

 

La passeggiata sul lungo fiume porta fino al Pont des Trous, il "ponte di fori" e  Pont de Fer, una delle quattro torri di guardia di una fortezza costruita da Enrico VIII.

E’ molto caratteristico osservare i ponti che si aprono per il passaggio delle barche.

 

La Chiesa di San Giacomo (Santiago) è stata una delle tappe del pellegrinaggio tra le Fiandre e l'Europa del Nord in direzione Santiago di Compostela. La sua navata e la torre sono del XIII secolo, mentre il coro risale ad secolo successivo.

 

E’ piacevole passeggiare per il centro storico, ammirando le case col timpano a gradino che costeggiano la Grand Place. Da non perdere anche i molti edifici in stile Art Nouveau che costeggiano le vie: tra questi vi segnalo il  Museo delle Belle Arti, disegnato da Victor Horta e il Museo degli Arazzi (il prodotto che ha reso famosa la città), che però non ho visitato.

Con un po' di tempo a disposizione è possibile visitare anche il Museo Archeologico, il Museo delle Armi e di Storia Militare e il Museo del Folklore.

 

Anche qui, come in tutto il Belgio, la tradizione birraia è ben radicata e per gli appassionati è possibile partecipare a degustazioni.  Il negozio Le Moine Austere (Rue Dorez 8, 7500 ) un negozio che vende 300 birre diverse.

 

Informazioni pratiche:

L’ufficio turistico è molto efficiente e vi fornirà anche un piccolo libro con proposte di tour da seguire, in base alle vostre preferenze.

I treni sono economici ed efficienti (qui informazioni per i pass e i biglietti giornalieri, che nel weekend sono al 50%). Noi che arrivavamo da Lille, abbiamo speso 8euro per un biglietto A/R in giornata.

 

In poche parole, Tournai è un posto che vale assolutamente la pena di vedere, È un'uscita dai soliti circuiti turistici che porta tante piacevoli sorprese. Sia che siate in Belgio, sia che visitiate Lille, ritagliatevi almeno un  giorno per visitare questo gioiello medievale ricco di Storia.

 

Alla prossima Vallonia!

Scrivi commento

Commenti: 0