Ostermarkt: i mercatini di Pasqua

Una delle cose che preferisco quando viaggio è, se possibile, poter partecipare ad un evento particolare che anima la città, e nel periodo pasquale è possibile visitare uno dei tanti Mercatini di Pasqua,si chiamano Ostermarkt.

 

I mercatini più famosi e conosciuti sono i mercatini di Natale (christkindlmarkt) ma anche nel periodo pasquale tante cittadine ospitano le classiche casette di legno di artigianato locale, prodotti tipici e uova decorate. E’ una tradizione dell’Europa centrale e orientale (si trovano ad esempio Vienna, Innsbruck, Colmar), mentre in Spagna è molto sentita la semana santa con processioni e feste.

 

L’anno scorso abbiamo visitato i mercatini di Innsbruck in Austria, vi lascio qualche consiglio pratico e informazione utili.

Il Tirolo è una zona in cui i mercatini di Pasqua sono molto sentiti, e ad Innsbruck nel periodo pasquale le piazze e le vie del centro si riempiono di bancarelle.

Quest’anno l’Ostermarkt si terra’ dal dal 12 al 22 aprile, con circa 30 bancarelle proprio nella via principale sotto il tettucio d’oro. Per questo il mercatino si chiama anche “Mercatino del Tettucio d’Oro di Innsbruck”

Nelle bancarelle è possibile comprare uova decorate a mano per addobbare raffinati alberi di Pasqua, dolci pasquali, decorazioni per la casa, ramoscelli d’ulivo, giocattoli in legno, oggetti d’artigianato locale e specialità enogastronomiche tirolesi da gustare.

 

Nel periodo pasquale, inoltre, si tiene Osterfestival, il suggestivo Festival di Pasqua che propone spettacoli di danza, teatro, concerti e musica.

Non mancheranno poi esibizioni tradizionali nelle piazze, con musiche e costumi del folklore locale e concerti (noi abbiamo assistito ad un concerto di musiche tradizionali in costume).

Se visitate Innsbruck il Giovedi e Venerdi Santo, potrete anche partecipare alla visita dei Santi Sepolcri, un itinerario religioso presso i sepolcri delle maggiori chiese di Innsbruck, come la piccola chiesetta di San Giorgio, la basilica di Wilten (Wiltener Basilika), l’antica parrocchia Höttinger, la chiesa Dreiheiligen, la chiesa Servitenkirche nota per la processione della Domenica delle Palme e la Hofkirche Chiesa di Corte (che ospita il monumento funebre dell’imperatore Massimiliano I).

 

Non perdete di assaggiare i dolci tipici pasquali come i brezen: conigli, galli, cervi ed agnelli creati con uno speciale pane al latte sono preparate in tutte le pasticcerie della città.

La capitale del Tirolo è una splendida città che grazie alla sua vicinanza al confine italiano (un’ora da Bolzano e poche ore di auto da Milano) è una meta comoda da visitare non solo nel periodo dei mercatini di Natale e pasquali, ma in ogni periodo dell’anno.

 

Il mercatino di Pasqua è una buona scusa per visitare questa bella cittadina, che ha molto da offrire nel suo centro storico, perfetta per un fine settimana fuori porta!

Scrivi commento

Commenti: 0