Weekend a Timisoara - #viaggiareineuropagratis

Quando le compagnie low cost propongono voli a prezzi stracciati è davvero difficile resistere (grazie Ryanair!), se a questo aggiungi che avevamo già visitato velocemente Timisoara di passaggio per un tour in Transilvania e avevamo apprezzato la genuinità della cittadina, seppur con dei lavori in corso, è facile capire perché a fine settembre siamo riapprodati in Romania per la terza volta per un altro fine settimana lowcost.

 

Timisoara è la quarta città romena in ordine di grandezza ed è importante per la storia recente rumena, qui si tennero le prime manifestazioni contro Ceaușescu che, nonostante le violente repressioni della Securitate, diedero il via alla rivoluzione che portò alla caduta del suo regime.

Per questo infatti è chiamata dai suoi cittadini Primul Oras Liber (Prima Città Libera)

La città, inoltre, è stata scelta come capitale europea della cultura per il 2021 e sono in programma opere di valorizzazione del territorio che renderanno la cittadina sempre più attraente.

 

E’ piacevole visitare il centro storico pedonale, con un patrimonio artistico che mixa stili differenti, come le diverse comunità che la abitano, passeggiare sulle sponde del canale e nei grandi parchi. E’ una cittadina adatta a tutti, in cui è molto piacevole passeggiare e vivere le piazze. E’ anche una città universitaria, quindi non mancano locali per la sera e una clientela giovane.

 

Ecco un’altra tappa di #viaggiareineuropagratis perché praticamente tutte le maggiori attrazioni sono gratis!

leggi di più 0 Commenti

Mercatini di Natale di Sibiu

Siamo in clima pre-natalizio e le piazze e le città si vestono a festa per l’occasione. Quale migliore scusa per organizzare un weekend fuori porta se non per visitare i mercatini di Natale?

Certo, le giornate sono più corte che in estate e il freddo è spesso pungente, ma il clima natalizio che si respira intorno ripaga il viaggio. Elemento principe di questo clima sono proprio i mercatini di Natale, che animano le principali piazze di tutte le grandi città.

Non hanno bisogno di presentazione i mercatini natalizi in Trentino (Pergine Valsugana o Trento sono solo alcuni esempi), quelli svizzeri, gli austriaci, solo per citarne alcuni.

Anche io vorrei parlarvi di mercatini di Natale, meno famosi ma comunque caratteristici e in una regione decisamente low cost.

Oggi vi porto a scoprire i mercatini di natale rumeni a Sibiu! 

leggi di più 0 Commenti

Bucarest in un fine settimana

Abbiamo scelto Bucarest per un mordi e fuggi di due giorni, complici i prezzi stracciati di Ryanair (20 euro A/R a persona, con partenza venerdì sera e ritorno domenica sera). E’ una città che non avevamo ancora visitato e che l’anno scorso non eravamo riusciti ad inserire nel nostro primo tour della Romania.

Di certo nessuno tornerà da Bucarest raccontando di aver visto una città bellissima, ma è comunque una meta interessante e per certi versi affascinante, e considerando il costo, consigliata per un fine settimana low cost.

Per scoprirla però, bisogna osservarla da diverse angolazioni e provare a non fermarsi al primo impatto, altrimenti si rimane colpiti solo dalle tracce del passato recente di impronta comunista, che hanno trasformato in grigi palazzoni quella che nell’800 era definita la Parigi dell’Est.

Ecco un po’ di consigli per viverla al meglio, solo per un weekend o come tappa in un tour per esplorare altre città rumene, meno battute dal turismo, come noi abbiamo già fatto.

leggi di più 0 Commenti

Miniere di sale in Transilvania: visitare Turda

 

Se visitate la Transilvania, una gita che consiglio in un luogo insolito e particolare è la visita alle Saline di Turda, nella cittadina di Turda.

 

Si tratta di un’antica miniera di sale (una delle più grandi e importanti della Romania) rivisitata, che oggi ospita al proprio interno una specie di parco di divertimenti. Quindi un po’ museo e un po’ parco giochi.

leggi di più 0 Commenti

Visitare la Romania, poco turistica e molto intrigante

Abbiamo scoperto per la prima volta la Romania nel 2014, per sfruttare una promozione WizzAir, compagnia low cost ungherese che vola principalmente verso l’Est Europa. Eliminate le capitali più famose che avevamo già visitato (Budapest, Praga, Varsavia), le destinazioni possibili sono (anzi erano) praticamente sconosciute. Provate ad aprire il piano delle rotte Wizz Air e vi si aprirà un mondo ;)

Il tour in terra rumena ha toccato Arad, il Castel Corvino di Hunedoara, Sibiu, Turda, Timisoara e Alba Iulia. Bucarest, invece, l’abbiamo appena visitata: i voli da Bergamo con Ryanair sono comodissimi per un fine settimana pieno (andata il venerdì sera, alle 18.50 e ritorno la domenica sera 21.30), a prezzi mini. Siamo tornati a Timisoara nel mese di settembre 2018, ed è consigliata soprattutto per l'atmosfera raccolta e il bel centro storico. Sarà capitale europea della cultura nel 2021, quindi affrettatevi prima del boom turistico!

 

In questo post vorrei dare qualche informazione generale a chi come noi, apprezza le mete insolite e low cost e non vuole affidarsi alle agenzie (che normalmente propongono la combinata Bucarest + Castello di Bran), per visitare le bellezze che la Romania può offrire. 

leggi di più 0 Commenti

Insolita Romania: Arad, Hunedoara, Sibiu, Alba Iulia, Turda, Timisoara

Complice una  promozione da non perdere WizzAir (praticamente compri 2 paghi 1), compagnia low cost ungherese che vola principalmente verso l’Est Europa,  e dopo qualche ricerca online dove trovo alcune informazioni sulle destinazioni dei voli e i dintorni, ci decidiamo per un breve tour in Romania.

Con 50 euro in due prenotiamo un volo A/R Milano-Arad. Da qui partirà un breve tour di 4 giorni con un auto a noleggio, che ci porterà anche in Transilvania.

 

Ad eccezione di Bucarest e della zona di Dracula (il Castello di Bran), la Romania è abbastanza sconosciuta e ancora poco incline al turismo.

Le aspettative al momento della prenotazione non erano alte, anche se piano piano ho iniziato a scoprire dei posti molto caratteristici e che hanno alimentato la nostra curiosità. 

leggi di più 0 Commenti

Visitare una chiesa ortodossa: istruzioni per l’uso

Non so voi, ma viaggiando per l’est Europa (come in Romania e Bulgaria) e in Russia (ma anche visitando ad esempio Trieste e Istanbul), ho avuto la possibilità di visitare tante chiese Ortodosse.

 

Quali sono le chiese Ortodosse? Tra le Chiese esistenti viene chiamata Ortodossa la parte che si staccò dalla Chiesa cristiana cattolica nel 1054 (anno dello Scisma d’Oriente); ci sono quindi tante similitudini con la chiesa cattolica a cui l’occhio italiano è abituato, ma all'interno presentano delle differenze, e mi affascinano molto anche se i particolari non si apprezzano se non si ha qualche informazione di base sulla religione ortodossa. 

A sinistra: la Cattedrale di San Basilio (Mosca); a destra, dall'alto: Sergiev Posad (Russia), Alba Iulia (Romania), Trieste (Italia)
A sinistra: la Cattedrale di San Basilio (Mosca); a destra, dall'alto: Sergiev Posad (Russia), Alba Iulia (Romania), Trieste (Italia)
leggi di più 0 Commenti