Weekend a Sofia - #viaggiareineuropagratis

In un freddo fine settimana di febbraio siamo andati alla scoperta di Sofia, capitale della Bulgaria! Abbiamo passato tre giorni piacevoli e abbiamo scoperto una città ancora non troppo turistica ma che merita di essere visitata, soprattutto se si trova un volo lowcost (con Ryanair, da sabato mattina a lunedì 15,90 A/R a persona partendo da MPX).

 

Sofia è un mix di storia antica e recente, ad ogni passo, convivono i caseggiati scuri e squadrati ereditati dall’epoca socialista e le eleganti sedi istituzionali, la sacralità delle cattedrali ortodosse disseminate in ogni piazza, con le cupole che svettano nel cielo e la bellezza dei siti archeologici, venuti alla luce durante la costruzione della moderna metropolitana. Sofia racchiude testimonianze della dominazione ottomana, con una moschea in pieno centro, a cui fa da contraltare la più grande sinagoga sefardita d’Europa,

 

Se è la prima volta che viaggiate verso i paesi ex URSS farà un po’ strano l’alfabeto cirillico, ma nella metropolitana sotto al cirillico c’è l’alfabeto latino, quindi ci si muove con facilità.

 

In questo post ho deciso di raccogliere tutti i consigli per un weekend a Sofia, che di per sé è già una città lowcost. I prezzi degli hotel sono abbordabili e si mangia bene in posti davvero caratteristici. Consiglio di pernottare in centro, per muoversi a piedi alla scoperta della città.

 

La maggioranza delle attrazioni, tranne i musei, la sinagoga e le foto nelle chiese, sono #gratis, per questo l’ho aggiunta all’elenco di #viaggiareineuropagratis.

leggi di più 0 Commenti

Marteniza, aria di primavera in Bulgaria

Se vi capita di visitare la Bulgaria verso la fine dell’inverno (da fine febbraio come nel mio caso), troverete espositori con graziose bamboline rosse e bianche e dei braccialetti di corda intrecciata dello stesso colore, fatti a mano.  Durante il mio city break a Sofia ne ho davvero visti tantissimi. I bracciali poi, li troverete anche indosso alle persone, o appesi sui rami degli alberi.

 

Ho chiesto un po’ di informazioni e ho scoperto che si tratta della Marteniza (o martenitsa): un’antica tradizione bulgara che segna il rinascimento della vita nell’anno nuovo (ovvero la primavera, per i bulgari Baba Marta). Il Baba Marta è una figura mitica che porta con sé la fine dell'inverno e l'inizio della primavera e si festeggia il giorno 01 marzo. E’ una festività unica nel suo genere! 

leggi di più 0 Commenti

Visitare una chiesa ortodossa: istruzioni per l’uso

Non so voi, ma viaggiando per l’est Europa (come in Romania e Bulgaria) e in Russia (ma anche visitando ad esempio Trieste e Istanbul), ho avuto la possibilità di visitare tante chiese Ortodosse.

 

Quali sono le chiese Ortodosse? Tra le Chiese esistenti viene chiamata Ortodossa la parte che si staccò dalla Chiesa cristiana cattolica nel 1054 (anno dello Scisma d’Oriente); ci sono quindi tante similitudini con la chiesa cattolica a cui l’occhio italiano è abituato, ma all'interno presentano delle differenze, e mi affascinano molto anche se i particolari non si apprezzano se non si ha qualche informazione di base sulla religione ortodossa. 

A sinistra: la Cattedrale di San Basilio (Mosca); a destra, dall'alto: Sergiev Posad (Russia), Alba Iulia (Romania), Trieste (Italia)
A sinistra: la Cattedrale di San Basilio (Mosca); a destra, dall'alto: Sergiev Posad (Russia), Alba Iulia (Romania), Trieste (Italia)
leggi di più 1 Commenti