Visitare i dintorni di Baku: Qobustan

Nel nostro soggiorno di una settimana in Azerbaijan, soggiornando nella capitale Baku, una giornata è stata dedicata alla penisola di Abseron alla scoperta del fuoco, mentre un’altra giornata è stata dedicata a Qobustan, una città a circa 60 chilometri dalla capitale azera, che merita una sosta.

Qobustan è famosa per la Riserva dei Petroglifi, dichiarata Patrimonio dell’Umanità e per una natura insolita: qui infatti è possibile osservare i vulcani di fango.

 

Muoversi in Azerbaijan coi mezzi pubblici è facile ed economico, ma per raggiungere Qobustan, oltre al bus che parte da Baku, è necessario affidarsi ad un taxi perché non ci sono mezzi pubblici che raggiungono questi siti  (Ovviamente contrattate per il prezzo!). I taxi sono alla fermata del bus.

leggi di più 0 Commenti

Cosa vedere nei dintorni di Baku: il fuoco

Nel nostro soggiorno di una settimana in Azerbaijan, soggiornando a Baku, una delle giornate è stata dedicata ad alcune gite nella penisola di Abseron, “alla ricerca del fuoco”.

L’Azerbaijan è chiamato anche terra del fuoco per i giacimenti di cui è ricca, il culto del fuoco nel tempo ha sempre avuto importanza, e la simbologia delle fiamme è ricorrente, basti pensare alle Flames Towers che dominano il paesaggi della capitale e le trivelle sia in città che nei dintorni.

Numerose sono le citazioni dell’Azerbaijan e della Penisola di Abseron nei testi storici che raccontano dei giacimenti di cui il paese è ricco e dei culti che si sono sviluppati attorno al fuoco.

 

Muoversi in Azerbaijan nei dintorni di Baku è facile ed economico. Noi con i mezzi pubblici abbiamo visitato due siti naturalistici diversi nella penisola che raccontano il culto del fuoco e ci hanno fatto scoprire i dintorni di Baku e un’aria un po’ diversa da quella cosmopolita della capitale.

Consigli pratici per visitare Surakhani (Suraxani) e Yanar Dag

leggi di più 0 Commenti

Azerbaijan fai da te

Chi ha seguito le pagine social di ViaggioloGi ha potuto vedere un assaggio della settimana trascorsa in Azerbaigian (o Azerbaijan per gli anglofoni) tra Baku e i suoi dintorni, che abbiamo visitato in fai da te a dicembre 2017 e dove abbiamo anche trascorso il Capodanno.

 

L’Azerbaigian è una ex repubblica sovietica, uno stato delimitato dal Mar Caspio e dal Caucaso, a cavallo tra Asia e Europa. E’ una meta insolita e fuori dal turismo di massa, ma che negli ultimi anni si sta facendo conoscere al mondo europeo soprattutto per le importanti manifestazioni che ha ospitato. L’Eurovision song contest, gli europei di nuoto e il gran premio di formula 1 hanno animato la vita di Baku e hanno regalato ai cittadini e ai visitatori una città pulita, ben tenuta e attenta ai bisogni anche degli stranieri.

 

Gli elementi interessanti per i viaggiatori sono molteplici: Baku spazia tra siti storici patrimonio Unesco (come il Palazzo degli Shirvanshahs e l'antica Torre della Vergine), architetture iper moderne (le Flames Towers, tre grattacieli a forma di fiamma che svettano nello skyline o il Centro Heydar Aliyev sono solo alcuni esempi), e la visita piacevole grazie all’ospitalità della gente, molto aperta nei confronti degli stranieri. I dintorni offrono bellezze naturalistiche insolite (sia nella penisola di Abseron, che a Qobustan) ma che meritano una tappa.

leggi di più 2 Commenti