Anello d’Oro fai da te: Vladimir e Suzdal

Nel nostro tour russo in fai da te, oltre alle città principali Mosca e San Pietroburgo abbiamo toccato anche 3 città dell’anello d’oro: Sergiev Posad, centro spirituale della Chiesa ortodossa russa, Vladimir e Suzdal. Mentre per Sergiev Posad è sufficiente una gita in giornata, per raggiungere Suzdal conviene dormire a Vladimir.

 

Ci sono altre città nell’Anello d’Oro che meritano una visita, come Yaroslav e Kostroma ma avendo due giorni a disposizione abbiamo scelto delle mete raggiungibili con comodità. Vladimir, infatti, è facilmente raggiungibile in treno, da qui partono i bus per raggiungere Suzdal.

Ecco le informazioni utili per organizzare i trasferimenti e le cose da non perdere in queste città in cui vi sembrerà di tornare indietro nel tempo.

Vladimir, è l’antica  capitale russa ma non ci ha affascinato particolarmente e in mezza giornata si visita con tranquillità.

A Vladimir si trova un monastero, la cattedrale dell’Assunzione, la Cattedrale di San Demetrio del 1200 e la Cattedrale del Monastero della Natività. Suggestiva la vista dalla Cattedrale della Dormizione e la passeggiata sulla collina intorno alle mura. Non perdete una foto intorno alla Porta d’Oro.

Se avanza tempo, è possibile visitare anche Bogolyubovo ed in particolare la Chiesa della Protezione e Intercessione di Maria sul Fiume.

 

Suzdal, invece, è un piccolo gioiello e visitarla è come tornare un po’ indietro nel tempo.

Si tratta di un paesino con casette di legno basse, tante cupole all’orizzonte che si riflettono sul fiume e una quiete irreale.

Da non perdere la visita al Cremlino, alla cattedrale della Natività di Maria (è la chiesa con le cupole azzurre con stelle dorate), al Monastero dell’Intercessione della Vergine.

Il colonnato della piazza del mercato si anima verso l’ora di pranzo, con signore  del luogo che vendono ai pellegrini piatti tipici preparati in casa. Il tutto è molto caratteristico, per assaggiare qualcosa di diverso e davvero casalingo, e anche low cost!

Non lasciate Suzdal senza aver ascoltato il concerto delle campane all’interno del monastero. Autentica magia! Il campanaro suona ogni ora, dalle 11 alle 17.

 

Per la gita a Suzdal (Суздаль) ci si muove facilmente in bus, che partono dalla stazione dei bus di Vladimir, di fronte a quella del treno. Avevamo letto dalla guida che la fermata dei bus è a circa 2 km dal paese ed effettivamente è così. Pagando un piccolo supplemento (13 rubli), il bus raggiunge il centro della città. 

Per raggiungere Vlamir:

Le prenotazioni del treno si possono fare facilmente online.

I treni russi sono comodi e puntuali. In seconda classe il wi-fi è disponibile a pagamento, così come bevande e snack. Il treno della tratta Mosca-Vladimir parte dalla stazione kursky vokzal (fermata metro blu o marrone Kurskaya).

 

Consigli ViaggioloGi:

Vladimir, anche se non particolarmente suggestiva, si è rivelata una buona base per gli spostamenti.

Per muoverci abbiamo optato per il treno Sapsan che, senza fermate intermedie in meno di due ore arriva a destinazione.

 

Per raggiungere Suzdal, invece, i bus collettivi sono dei piccoli pulmini (maršrutka). Alla stazione dei bus di Suzdal, per fare il biglietto, tenete sotto mano la scritta della destinazione in cirillico (Суздаль) per maggior sicurezza. E cercate di sedervi vicino all’autista, per ricordargli la vostra fermata.

 

Ultimo consiglio: anche solo l’atmosfera di Suzdal e il campanaro valgono il viaggio!

Fare il tour in fai da te è possibile e soprattutto molto economico rispetto a quelli organizzati.

Scrivi commento

Commenti: 0