L’Oltrepò Pavese: un fine settimana tra natura e sapori

Per il terzo anno consecutivo (dopo Trieste e la Valle Vigezzo), abbiamo aderito con piacere al B&B Day 2017, per coniugare un soggiorno lowcost ad un bel fine settimana alla scoperta di qualche luogo vicino casa, a noi ancora sconosciuto.

La scelta è ricaduta sull’Oltrepò Pavese, una zona a due passi da Milano ancora poco conosciuta dal turismo nonostante la sua grande bellezza naturalistica (e non solo), che tanto ha da offrire a chi vuole fuggire dalla città per trascorrere qualche giorno in contatto con natura e tradizione.

Abbiamo scoperto un’oasi di tranquillità, che può essere una meta ideale per un weekend fuori porta.

 

Che cosa vedere nell’Oltrepò Pavese? Ecco qualche suggerimento, tra piccoli borghi e natura, con un  occhio ai sapori inconfondibili della zona, qui l’enogastronomia è eccellenza.

L’Oltrepò pavese comprende i comuni della provincia di Pavia che si trovano a sud del Po e che confinano con l’Emilia Romagna e il Piemonte.

Sembra quasi di essere in Toscana, per il paesaggio  ricco di colline e vigneti e castelli.

Praticamente ogni piccolo comune racchiude qualche chicca da visitare, alcuni borghi medievali sono molto suggestivi, ma la bellezza anche nel paesaggio che li circonda, che offre anche la possibilità di escursioni a contatto con la natura.

 

Non perdete una visita al piccolo comune di Fortunago, nella lista dei borghi più belli d'Italia.

Il borgo ha saputo conservarsi e recuperare forme e materiali del passato, dimostrando attenzione alle proprie origini di paese rurale. Raggiungendo il paesino si viene catapultati in un'atmosfera senza tempo e senza rumore, circondati da architetture in sasso recuperate.

Passeggiate per il Sentiero della Rocca che porta al Palazzo Comunale e alla Chiesa di San Giorgio, dalla quale si può godere di una splendida vista sulle colline circostanti. Una sosta alla chiesa di San Giorgio, che conserva un trittico del XVI secolo.

Dell’antica rocca è rimasta soltanto la torre ed un tratto di mura all’ingresso del paese.

 

Anche Varzi è un paese che vi sorprenderà. E’ famoso soprattutto per il salame (DOP, assolutamente da provare) che qui viene prodotto, ma anche il centro storico medievale ben conservato merita una visita.

 

Montalto Pavese è un piccolo comune incuneato nella Valle scuro passo. Un piccolo centro storico, a cui fa da cornice il castello cinquecentesco e la madonna del Vento, un belvedere sulle colline e i vigneti. Il posto ideale come base per il fine settimana.

 

L’Oltrepò è anche una terra di castelli: da Voghera a Zavattarello se ne contano almeno 8 nell’Oltrepò. Tutti degni di nota, alcuni purtroppo chiusi al pubblico, dominano il paesaggio e testimoniano i diversi domini della zona e la storia: i Longobardi, gli Sforza e Napoleone.

Il castello più famoso è Zavattarello, che è aperto da aprile a ottobre. Offre visite guidate, eventi di ogni genere per grandi e piccini.

 

Una giornata l’abbiamo dedicata a Pavia, a misura d’uomo, con un bel centro storico chiuso al traffico che accoglie persone del posto e turisti. Da qui un’altra tappa da non perdere è la famosa Certosa.

 

Numerosi sono i prodotti tradizionali del pavese, che vi delizieranno (e che sicuramente porterete a casa): i vini DOC e DOCG Oltrepò pavese, Bonarda e Pinot, il salame di Varzi ma non solo.

Le proposte gastronomiche non mancano, ci sono moltissimi agriturismi nella zona che, con menù a prezzi fissi, o con menù giornalieri vi porteranno alla scoperta dei sapori tipici e genuini. Una gioia per il palato!

78 comuni e 60 km dell’Oltrepò Pavese danno origine alla Strada del vino e dei sapori, che soddisferanno ogni desiderio culinario.

 

Per gli amanti dello sport il paesaggio è adatto a  trekking, escursioni in bicicletta o altre avventure sportive.

 

Come base per le nostre gite abbiamo scelto Montalto Pavese, un piccolo comune dove i titolari del B&B il Pozzo ci hanno coccolato  e  ci hanno guidato nella scelta delle tante possibilità che il fine settimana prospettava, tra piccoli borghi, cucina tradizionale e cantine.

 

Il vicino Oltrepò Pavese ci ha offerto un weekend culturale ma anche rilassante e godereccio (se ripenso ai pranzi e alle cene mi viene l’acquolina in bocca), in cui staccare la spina.

Ci torneremo sicuramente!

Scrivi commento

Commenti: 0