Miniere di sale in Transilvania: visitare Turda

 

Se visitate la Transilvania, una gita che consiglio in un luogo insolito e particolare è la visita alle Saline di Turda, nella cittadina di Turda.

 

Si tratta di un’antica miniera di sale (una delle più grandi e importanti della Romania) rivisitata, che oggi ospita al proprio interno una specie di parco di divertimenti. Quindi un po’ museo e un po’ parco giochi.

Gli ingressi alla salina sono due, con due gallerie per entrare e che consentono di raggiungere la sala principale (la sala Rudolf) che si trova a 40 metri di profondità.

E’ possibile scendere nel sottosuolo sia con scale che con dei moderni ascensori in vetro. Accedete con calma, godendovi il panorama da tutte le angolazioni, vi sembrerà di addentrarvi in un paesaggio lunare.

Guardare verso il basso e osservare le pareti di sale con innumerevoli sfumature, con strisce, linee ondulate e giochi di ombre è molto suggestivo. E poi le stalattiti che pendono dal soffitto, il poter toccare le pareti umide, insomma, una passeggiata emozionante per grandi e piccini.

Partendo dalla sala Rudolf è possibile scendere ancora fino alla profondità massima di 120 metri.

All’interno della salina, oltre ad un tour per esplorare le gallerie e scoprire la storia della salina, è possibile trascorrere un po’ di tempo in una specie di parco di divertimenti sotterraneo.

Potete scegliere il bowling, il ping pong, la salita alla ruota panoramica o ancora affittare una barca e fare il giro del lago.

Percorrendo i lunghi corridoi si trovano anche reperti originali utilizzati per l’estrazione del sale quando la miniera era in funzione.

Da non perdere la “sala” dell’eco.

La salina è visitabile anche con un tour guidato, noi abbiamo preferito fare gli esploratori e girare in autonomia.

Oltre all’aspetto ludico, ci sono alcune sale utilizzate come centro curativo per sfruttare gli effetti benefici del sale per l'apparato respiratorio (come le nostre stanze del sale), ma l’accesso è riservato.

Un po’ di storia:

Salina Turda è una antica miniera di sale, la cui estrazione venne interrotta nel 1932, e fu riconvertita come rifugio antiaereo durante la seconda guerra mondiale e per la conservazione di generi alimentari. A partire dal 1992, la miniera è stata aperta al pubblico e trasformata in un parco di

divertimenti-museo.

Informazioni utili:

Gli accessi alla salina sono due: dal quartiere Turda Nouă, cioè dalla strada Salinelor 54A, oppure dal centro turistico Salina-Durgău dove si trova l'ingresso principale (Alea Durgău, no. 3). Qui fuori c’è un grande parcheggio (ed è l’indirizzo che segnerà il navigatore).

 

Il prezzo di ingresso (aggiornato al 2016) è 20 lei per gli adulti, quindi circa 4 euro e la metà per per bambini e ragazzi. Maggiori informazioni e prezzi aggiornati direttamente sul sito delle saline

 

All’ingresso è possibile scaricare una audio guida gratuita direttamente sullo smartphone, in lingua inglese.

 

Distanze:

Partendo da Sibiu sono circa 150 km, mentre Cluj Napoca è la città più vicina, circa 40 km.

Da Cluj Napoca è possibile anche usare i mezzi pubblici: dalla stazione dei bus alla troverete dei minivan per il centro di Turda, e da lì un taxi super economico/un altro minivan (le indicazioni le ho trovate nella guida, noi avevamo noleggiato l’auto da Arad).

 

Attenzione che all’interno della salina la temperatura è di circa 10 gradi tutto l’anno, se scegliete di visitarla in estate portatevi una felpa.

 

Il momento migliore per visitare le saline è al mattino, dall’apertura. C’è meno confusione e non si fa la fila per prendere gli ascensori vetro. Noi siamo usciti per pranzo e il piazzale era pieno di autobus che avevano portato gruppi organizzati.

 

Scrivi commento

Commenti: 0