#viaggiareineuropagratis - Madrid

Con #viaggiareineuropagratis continua il viaggio nelle principali capitali europee per scoprire come viverle senza spendere un euro!

Oggi andiamo alla scoperta della vivace capitale spagnola, una città ricca di architettura, gastronomia, attività culturali, musei e spazi verdi.

Insomma, Madrid è una città che soddisfa le esigenze di tutti i viaggiatori. Qui i consigli per vivere Madrid in maniera completamente gratuita.

Buona lettura!

Madrid ospita tre importanti musei d’arte, famosi in tutto il mondo (situati abbastanza vicino tra loro, in un’area chiamata Paseo del Arte): il Museo del Prado, il Museo Reina Sofia e il Thyssen-Bornemisza, e tutti e tre sono visitabili gratuitamente in alcune giornate!

Nel Museo del Prado, l’ingresso è gratuito:

- ogni giorno nel tardo pomeriggio: dal lunedì al sabato dalle 18 alle 20, la domenica e i festivi dalle 17 alle 19

- durante tutto l’orario di apertura il 19 novembre e la giornata internazionale dei musei

- per i minori di 18 anni, gli studenti appartenenti all’Unione Europea sotto i 25 anni (stessa regola applicata anche a Parigi!) e gli over 65.

 Scegliendo queste giornate (o per i più giovani/maturi), si risparmiano ben 14€! 

 

Il Centro de Arte Reina Sofia è il museo di Madrid famoso soprattutto perché custodisce il dipinto “Guernica” di Pablo Picasso, ma non solo, qui è possibile ammirare la principale collezione di arte contemporanea di Madrid. Qui l’ingresso è gratuito nelle seguenti giornate:

- ogni giorno nel tardo pomeriggio, ovvero dal lunedì al sabato dalle 19 alle 21 e la domenica dalle 13.30 alle 19

- nelle giornate del 18 e 29 Aprile, 18 Maggio, 12 Ottobre e 6 Dicembre

 

Il Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid è un'importante pinacoteca e centro culturale della capitale spagnola; in cui osservare una collezione d’arte molto ricca, che va dall’arte medioevale a quella contemporanea da Caravaggio a Monet, Kandinski e Van Gogh. Qui l’ingresso è gratuito il lunedì dalle 12 alle 16.

Non so davvero consigliare quale dei tre valga la visita, io li ho visitati tutti e tre con ingresso gratuito e ho trovato coda solo il sabato sera per entrare al Museo del Prado.

 

Madrid ospita altri musei:

- Se siete amanti dell’arte contemporanea, non perdete il CaixaForum, vicino al Prado. E’ un centro socioculturale moderno, nella sede del Paseo del Prado, che ha anche un bel giardino verticale

Il biglietto per le mostre costa 4 euro, tranne in 3 giorni all’anno con ingresso gratuito: 15 e 18 maggio, 9 novembre.

- Per chi invece preferisce l’archeologia, il Museo Archeologico Nazionale, che propone un percorso completo attraverso la storia della Spagna, dalla preistoria ai nostri giorni è ad ingresso gratuito tutti i sabati pomeriggi dalle 14 e la domenica mattina e poi nelle seguenti giornate: 18 maggio, 12 ottobre, 16 novembre, 6 dicembre.

- Dedicato alla corrida e sempre ad ingresso gratuito è invece il Museo Taurino, che raccoglie l’esposizione dei trofei dei matadores (ovvero code, orecchie e teste di toro), ma anche paramenti dei toreri e quadri di Goya.  

 

Uno dei simboli di Madrid è il Palazzo Reale e una visita è quasi d’obbligo.  La visita è libera e gratuita dal lunedì al giovedì dalle 16 alle 18 (da ottobre a marzo) o dalle 18 alle 20 (da aprile a settembre) per i cittadini dell’Unione Europea.

Il primo mercoledì di ogni mese alle ore 12:00 è possibile assistere al Passaggio Solenne della Guardia Reale con tanto di banda. Tutti i mercoledì e i sabati dalle 11:00 circa, inoltre, è possibile assistere al cambio della guardia, salvo problemi di clima o atti ufficiali.

 

Se si visita Madrid, immancabile è una passeggiata nel principale polmone verde della città, il Parque del Buen Retiro, ad ingresso gratuito. Si può gironzolare, fare un pic-nic o sedersi sul prato per ascoltare uno dei frequenti concerti improvvisati. Qui non perdete la visita al Palacio de Cristal (nella foto).

 

La gastronomia spagnola più ricercata ha uno scrigno nel Mercado de San Miguel, uno dei più antichi mercati alimentari della città, inaugurato nel 1916. E’ un mercato tradizionale, con l’esterno in ferro che si è conservato nel tempo, che ospita una trentina di negozi che vendono prodotti di alta qualità.  Parere personale, è molto bello da visitare ma meno interessante per pranzare, in quanto i prezzi sono abbastanza fuori standard rispetto al resto della città. Tenete conto però che si tratta di prodotti di eccellenza e altissima qualità.

 

Se visitate Madrid durante il fine settimana, la domenica mattina non perdete una puntatina al El Rastro, uno dei più grandi mercatini delle pulci d’Europa, che è allestito nel quartiere La Latina, tra le strade di Plaza Mayor e Puerta de Toledo. Accessori, prodotti per la casa, artigianato (ma anche paccottiglie per turisti, quindi state all’occhio) e street food.

Numerose sono le piazze che dominano il centro storico, tutte interessanti e che meritano una visita: la più famosa è la Puerta del Sol, indubbiamente la piazza e il luogo d’incontro della vita culturale (ma anche di quella notturna), che ospita il famoso km 0 della rete stradale della Spagna.

Non perdete la Estatua del Oso y el Madroño (Statua dell’Orso e del Corbezzolo), emblema della città.

La Plaza Mayor (Piazza Maggiore) è una delle piazze principali di Madrid. E’ una piazza a pianta rettangolare, fiancheggiata da portici. Si trovano numerosi negozi tradizionali, oltre a bar e ristoranti. Nella piazza sono da segnalare la casa della Panadería, con gli  affreschi nella facciata, la casa della Carnicería, e al centro la statua equestre in bronzo di Filippo III (re di Spagna dal 1598 al 1621). Tra le porte di accesso alla piazza l'Arco de Cuchilleros è la più famosa.

La grande Plaza de España, invece, ospita una grande fontana in onore dello scrittore spagnolo, Miguel de Cervantes (autore del Don Chisciotte).

Un’altra bella piazza da non perdere è Plaza de Cibeles. Qui si trova la Fontana di Cibeles (famosa perché è il posto in cui sia i giocatori che i tifosi del Real Madrid festeggiano le loro vittorie) e il grande Palacio de Comunicaciones o Palacio de Cibeles (prima sede delle poste centrali e oggi sede del Comune di Madrid). Il palazzo è liberamente visitabile e dall’ultimo piano si gode una bella vista della città. L’ingresso costa 2€, ma è gratuito il primo mercoledì di ogni mese, e in alcune giornate particolari (2 e 15 maggio, 12 ottobre).

 

In alternativa, per una vista dall’alto della città, a costo zero, c’è il Gourmet Experience: al nono piano  del complesso commerciale El Corte Inglés, a metà strada tra la Gran Vía e Plaza del Callao.

La Gran Vía, inoltre, è una delle strade principali con una bella architettura, numerosi palazzi, negozi e bar. Non può mancare una passeggiata!

 

Ho visitato Madrid due volte, ma non ho ancora avuto l'occasione di visitare il templo egiziano di Madrid, ovvero il Tempio di Debod, un edificio in stile egizio su una collina nelle vicinanze di Plaza de Espana. L’ingresso è gratuito e il momento migliore per la visita è il tramonto,

 

Altra chicca che offre Madrid è una bellissima stazione, la Stazione di Atocha che ospita all’interno un giardino tropicale e le tartarughe.

 

L’architettura religiosa di Madrid rappresenta un prezioso patrimonio artistico per la città con esempi di grande varietà stilistica fra i più interessanti in Europa.

Nel convento del las Descanzas Reales e nel Convento de la Incarnacion l’ingresso è gratuito il mercoledì e giovedì pomeriggio (dalle 16 in poi) per cittadini UE e latinoamericani.

 

La Collegiata di San Isidoro è l’antica cattedrale di Madrid, che ha ricoperto questa funzione fino al termine dei lavori nella cattedrale dell’Almudena. Qui non perdete la visita all'altare maggiore che custodisce il sepolcro di Sant’Isidoro, patrono della città.

La Cattedrale Santa María la Real de la Almudena (conosciuta come cattedrale dell'Almudena), con l’interno in stile gotico, e l’esterno classicista, ha l’ingresso con un contributo di 1€.

 

Se a tutto questo aggiungete che Madrid è facilmente raggiungibile con voli low cost dall'Italia, non resta che prenotare!

 

Spero che questo post possa essere utile a tutti i visitatori di Madrid che vogliono risparmiare un po’! 

 

Se conoscete altre attrazioni gratuite segnalatele pure sotto, le aggiungeremo alla lista!

Se volete partecipare a #viaggiareineuropagratis, trovate un post nel blog.

 

Scrivi commento

Commenti: 0