Alla scoperta di Minorca

Eccoci, finalmente le vacanze estive sono alle porte anche qui, domani partiremo per due settimane alla scoperta dell’isola di Minorca, uno dei Traveldream 2016 che si realizza.

La ricerca di una meta non costosa, relativamente vicina, che offrisse un bel mare e spiagge sabbiose, ma anche natura incontaminata e paesini da scoprire ci ha portati a propendere per la più selvaggia delle Baleari, la piccola Minorca che è stata definita “l’isola verde del Mediterraneo”.

Le foto e le informazioni che abbiamo raccolto ci fanno immaginare un piccolo eden.

A differenza dei viaggi itineranti, dove le giornate sono necessariamente scandite da un programma di massima, qui non ci sono progetti precisi: esploreremo l’isola cambiando giornalmente spiaggia, lasciandoci un po’ guidare dalle sensazioni, dalla folla (bisogna tenere in conto che sono le settimane centrali di agosto e l’isola, per quanto selvaggia, sarà strapiena) e… dal vento, per evitare di trovare acqua poco limpida e mare mosso – l’isola del vento è un altro dei soprannomi di Minorca.

Mi hanno spiegato un “trucco”: quando soffia la tramontana dal nord è meglio scegliere le spiagge a sud, quando soffia il vento da sud, meglio optare per le spiagge a nord. A parole sembra facile, nei fatti vedremo. Se ci sarà vento, chiederemo lumi in hotel per capire meglio!

 

A Minorca si possono trovare spiagge per tutti i gusti: sabbia rossa o bianca a seconda della zona, spiaggia sabbiosa o più rocciosa. Cala Pregonda, Cala Turqueta, Son Saura, Cala en Bosch solo per citarne alcune.

E ancora spiagge urbanizzate, con parcheggio comodo e fornite di tutti i confort, adatte anche a famiglie con bambini piccoli e calette nascoste, dove bisogna scarpinare un po’ per raggiungerle o che è possibile raggiungere dal mare con un tour in barca.

 

Minorca però, non è solo mare: l’UNESCO nel 1993 l’ha dichiarata Riserva mondiale della Biosfera, per il gran numero di diversi habitat presenti sull’isola che si possono ammirare con passeggiate (anche a cavallo), trekking ed escursioni varie.

Per le passeggiate, c’è l’imbarazzo della scelta: il Camí de Cavalls (Cammino dei Cavalli), un sentiero di 185 km che percorre l’intero perimetro di Minorca e che permette di immergersi nella vegetazione e ammirare il panorama, il Parco Naturale di s’Albufera des Grau, una immensa laguna naturale che comprende sistemi dunari ed isolotti, a nord est dell’isola, e il Monte Toro, che è chiamato anche il tetto di Minorca.

E’ anche possibile visitare fari, cave di marés, resti archeologici e paesini di pescatori (il più famoso è Bininbeca Vell).

 

Non mancheranno le passeggiate alla scoperta delle due città principali, situate una a ovest e una a est dell’isola: Ciutadella e Mahon, rispettivamente l’antica e la nuova capitale.

 

La distanza più lunga nell’isola è di circa 55 – 60 km e c’è un’arteria principale che collega Mahon a Ciutadella ed altre che portano alle varie cittadine e località turistiche.

Noi per ottimizzare gli spostamenti e visitarla al meglio abbiamo optato per in noleggio auto e di cambiare alloggio a metà: per 7 notti soggiorneremo a Ciutadella, mentre la seconda settimana saremo in zona Mahon. Dovrebbe essere un modo per ridurre i tempi di viaggio, considerando che siamo nelle settimane centrali di agosto.

Vedremo se la scelta si rivelerà azzeccata.

 

La Spagna è sinonimo anche di buona cucina, faremo incetta di jamon e sobresada, ma anche di aragosta piatto caratteristico dell’isola. E poi ensaimada, dolcetti rotondi a forma di spirale che si possono gustare in ogni momento della giornata e Pomada (Gin con l’aggiunta di succo di limone) bevanda tipica.

 

Beh, di cose da fare e vedere ce ne sono parecchie e per l’elenco che ho scritto forse due settimane non sono abbastanza. Oltre alle tante attività, la parola d’ordine sarà staccare la spina e ricaricare le

batterie.

Vedremo se Minorca riuscirà a stupirci, amici e conoscenti ne parlano benissimo, ma nessuno l’ha visitata ad agosto e qualche dubbio per la calca che troveremo è inevitabile.

 

E voi? Avete suggerimenti particolari oltre a quanto ho già segnato? Ogni consiglio è ben accetto!

 

ViaggioloGi sarà attivo su Instagram e Facebook, con qualche aggiornamento e soprattutto con le foto delle meraviglie che offre Minorca, a tutti Voi buone vacanze!

 

Scrivi commento

Commenti: 0