La Ferrovia Vigezzina-Centovalli

L’ho scritto anche nel titolo del blog, mi piacciono i posti un po’ insoliti. E quando ho scoperto che a 100 chilometri da casa c’era un trenino storico con un percorso mozzafiato, tra piccoli villaggi e ponti sospesi, ho deciso di provare ad organizzare un fine settimana. Detto fatto!

Complice il B&B Day, abbiamo soggiornato ad Anzola d’Ossola e visitato un pezzetto di Valle Vigezzo e la domenica mattina siamo andati a Domodossola per prendere questo magico trenino della ferrovia Vigezzina-Centovalli.

Tra l’altro, abbiamo trovato una bella giornata di sole che, dopo la nevicata del giorno precedente, ha reso il tragitto ancora più bello.

Ecco informazioni utili per chi come noi, vuole provare quest’esperienza!

La Vigezzina è la storica ferrovia che unisce due nazioni, Italia e Svizzera,  da Domodossola a Locarno, attraverso un percorso di 55 chilometri che si percorrono in circa 2 ore tra gallerie, strapiombi e suggestivi panorami  

La linea parte  da Domodossola, al di sotto della stazione internazionale (seguite le indicazioni per trovare la biglietteria). La prima fermata è dopo circa 4 chilometri, a Masera, dove il treno inizia a salire con percorso a tornanti ed elevata pendenza.

Quando siete in arrivo alla fermata di Creggio volgete lo sguardo sulla sinistra, qui troverete la caratteristica Torre medievale di Fra’ Dolcino, l’eretico condannato al rogo citato da Dante nella Divina Commedia e che la leggenda narra sia nato qui.

Tra le stazioni di  Trontano e Verigo, invece, vi faranno compagnia una successione di  piccole gallerie naturali, da cui potrete ammirare viadotti e il paesaggio sottostante (nel nostro caso, tanta neve e giochi di luce).

Superata la fermata di Druogno il punto più elevato della linea, si raggiunge il capoluogo della Valle Vigezzo e suo maggior centro turistico: Santa Maria Maggiore. Noi, causa la bassa stagione con corse un po’ distanziate e il treno panoramico praticamente semi-vuoto (una pacchia!) abbiamo optato per rimanere sul treno fino a Locarno, e siamo tornati a visitare il pese il giorno successivo, in auto.

A Santa Maria Maggiore ha sede la Scuola di Belle Arti “Rossetti Valentini” dove si ammira una collezione di opere della pittura vigezzina. Gli artisti, per le loro rappresentazioni si ispirano alle bellezze della valle dei pittori. Da visitare, inoltre, il Museo dello Spazzacamino, che ricorda le difficili condizioni di vita dei giovani valligiani che tentarono la fortuna all'estero con questo antico mestiere.

E’ anche piacevole una semplice passeggiata per il piccolo centro e la visita alla chiesa di Santa Maria Assunta.

Inoltre, vi segnalo i caratteristici mercatini di Natale che nei giorni a cavallo dell’8 dicembre animano la valle.

Dopo Santa Maria Maggiore, la linea inizia piano piano a scendere.  

E’ consigliabile anche fermarsi alla stazione di Re, paese noto per il Santuario dedicato alla Madonna del Sangue meta di pellegrinaggi.

Il confine con la Svizzera viene superato sul ponte di località Ribellasca, poi si raggiunge la stazione di Camedo. Da qui hanno inizio le Centovalli, e la ferrovia viaggia su una successione di scenografici ponti e viadotti, sia metallici che in muratura. Il treno termina la sua corsa nel capolinea sotterraneo posto in corrispondenza della stazione delle Ferrovie di Locarno.

 

Informazioni utili:

Il biglietto valevole per due giorni, copre le seguenti tratte:

 - Domodossola - Locarno al costo di  €25 a persona

 - Valle Vigezzo - Locarno al costo di  €20 a persona

E’ possibile fare una sosta all'andata e una al ritorno.

 

Ci sono offerte promozionali per i gruppi famigliari.

 

Con la stagione estiva sono previsti nuovi biglietti, “Vigezzina no limits” che hanno validità di uno o due giorni con un prezzo che parte da €5. Permettono ai viaggiatori di salire e scendere dai treni tutte le volte che vogliono durante il periodo di validità.

 

I treni panoramici hanno il supplemento di €1,5 a tratta per persona. 

 

E voi cosa fate ancora lì?

Il trenino bianco e blu della Vigezzina-Centovalli vi aspetta!

Scrivi commento

Commenti: 0