La Monument Valley

Continuiamo a scoprire i parchi della west Coast USA.

 

Sia che arriviate dal Gran Canyon National Park (quindi da ovest), sia da Page (da nord), percorrendo la strada che conduce alla Monument Valley vi sembrerà di addentrarvi in un film Western. Questa meravigliosa valle infatti l’avrete certamente già vista in uno dei tanti film che l’hanno resa celebre, Ombre Rosse di John Ford è un classico.

In realtà l’ambientazione della Monument Valley è stata scelta anche per film non western, uno su tutti Forrest Gump (vi ricordate quando Forrest dice:“avevo voglia di correre?”).

 

Per poterne ammirare al meglio i colori vi consiglio l’alba o il tramonto, proprio come tutti gli altri parchi (ma questo ve lo avevo già anticipato).

Trattandosi di una riserva indiana, la Monument Valley è gestita direttamente dai Navajo. L’ingresso non è quindi compreso nell’annual pass (dei parchi nazionali) ed il costo è di 20$ a veicolo, fino a 4 persone (dati aggiornati al 2015). Maggiori informazioni sui costi di ingresso qui.

 

Attenzione che la Monument Valley, adotta nel periodo primavera-estate un orario diverso rispetto all’Arizona, quindi le lancette vanno spostate un’ora avanti.


Per visitare la Monument Valley avete due possibilità: percorrere con un mezzo proprio la Valley Drive, una strada sterrata circolare di 17 miglia, oppure partecipare ad un tour guidato dei Navajo, di durata e prezzo variabile.

In entrambi i casi vi immergerete nell'atmosfera western, e potrete ammirare le famose formazioni rocciose alte fino a 400 metri, chiamate butt (quando sono più alte che larghe) oppure mesa (quando sono più larghe che alte), i cui colori cambiano a seconda della luce del sole e della presenza delle nuvole, creando sfumature di colori sempre nuove.

Il giro con mezzi propri non prevede sovrapprezzi rispetto al costo di ingresso. La Valley Drive è una strada sterrata, un po’ dissestata ma comunque percorribile ed il giro è libero. Il giro è esattamente uguale a quello più corto che propongono i Navajo. Potrete ammirare nella tranquillità della vostra auto il panorama e fare foto. Per riconoscere le formazioni rocciose, qui trovate la guida, in alternativa al richiedetela al Visitor Center prima di intraprendere il giro.


Due gli elementi da tenere in considerazione per la scelta: quale auto avete a noleggio e l’assicurazione. Senza SUV è difficile avventurarsi, ma anche con un SUV, l’agenzia potrebbe attribuire al conducente la responsabilità di negligenza per eventuali danni al sottoscocca o alla marmitta e quindi le spese di sistemazione non sarebbero coperte (ovviamente si tratta di un’eventualità, tantissime persone hanno fatto il giro in autonomia senza avere problemi).

D’altra parte, però, se si sceglie il  tour Navajo (non il più corto)  ci si addentra nella riserva indiana, le auto diminuiscono e l’atmosfera da selvaggio west si fa più presente. Terra rossa che vi circonda, formazioni rocciose uniche scolpite dalla pioggia e dal vento, archi naturali e cavalli selvaggi. E’ possibile scegliere tour in pulmini, fuori strada, a piedi o addirittura a cavallo.

Qui trovate l’elenco dei tour accreditati, per scegliere in base alle vostre preferenze.


Soggiornare all’interno della Moument Valley si può, il The View Hotel offre camere con vista (che più vista non si può, aggiungerei io). A circa 6 miglia dall'ingresso, invece, potete trovare il Goulding’s Lodge.

Ovviamente il costo è proporzionale al luogo e per di più, se siete interessati, muovetevi con largo anticipo perché è sempre preso d’assalto. L’alba e il tramonto dal balcone della propria camera devono essere un momento davvero spettacolare!


Le opzioni di alloggio esterno e “comode” sono principalmente a Kayenta e Mexican Hut, che sono più o meno equidistanti dalla Monument Valley (una mezz’ora circa di auto).

La Monument Valley di ViaggioloGi

Noi abbiamo scelto di soggiornare fuori dalla valle ma di fare il tour guidato in fuori strada da 3 ore e ½ che conduce anche in zone riservate ai navajo, altrimenti inaccessibili e siamo stati più che soddisfatti!

Eravamo in 6, con una guida Navajo discreta, che ci ha lasciato tutto il tempo che volevamo per fare le foto e goderci il silenzio e l’immensità della Monument Valley. Ci ha spiegato le formazioni rocciose e raccontando aneddoti. Consigliato!


Dalla Monument Valley potrete poi dirigervi verso l’Arizona, per visitare il Gran Canyon National Park, oppure verso nord, per ammirare il Bryce Canyon National Park, Page e la Glen Recreation Area.

Scrivi commento

Commenti: 0