Russia in fai da te – Si può fare!

Oggi vorrei darvi un po’ di informazioni per un viaggio molto affascinante, abbastanza economico, che a prima vista può sembrare un po’ difficile ma che con la giusta organizzazione è assolutamente fattibile in autonomia (diciamo che l’abbiamo già “testato per voi”).

Oggi vi parlo della Russia.

Abbiamo viaggiato in fai da te in Russia ad agosto 2013, per 13 giorni e siamo rimasti davvero stregati. 

I consigli tecnici/pratici sugli spostamenti, i numeri dei bus da prendere per visitare le maggiori attrazioni, i tempi di percorrenza sono racchiusi in un diario di viaggio che ho pubblicato su TripAdvisor, cui vi rimando se volete intraprendere un viaggio simile.

Ho scelto di condividere quest’esperienza sul famoso sito di recensioni perché la meta è praticamente monopolizzata dai tour organizzati, per i quali non nutro particolare simpatia (soprattutto perché va bene pagare la commissione, ma i prezzi lievitano davvero molto tra il medesimo tour organizzato e in fai-da-te, senza una ragione vera) e perché la lingua potrebbe essere un ostacolo.

E invece è tutto fattibile, e soprattutto, siamo in una zona geograficamente vicina all'Italia (quindi non ci sono grossi problemi di fuso e i costi dei voli non sono alti), ma che è molto lontana per storia e tradizione, che merita una visita.

 

Scegliere e prenotare il volo:

Come consiglio di solito, dopo aver scelto il periodo di viaggio, consultate i principali siti di comparazione prezzi dei voli e poi prenotate in base al vostro budget/esigenze di orario e durata del volo/scali. Io preferisco prenotare direttamente dal sito della compagnia aerea, dove il prezzo è finito, ovvero non ci sono commissioni per pagamenti con carta o simili.

Noi abbiamo prenotato nel mese di gennaio per agosto, scegliendo la compagnia aerea Lufthansa, con andata su Mosca e ritorno su San Pietroburgo (prezzo 210 euro A/R a persona).

C’è anche il volo diretto della compagnia Aeroflot.

 

Definire un itinerario

A seconda del tempo a disposizione, potete decidere se visitare solo Mosca e dintorni (4-5 notti), o solo San Pietroburgo (almeno 4-5 notti), oppure entrambe. Se volete spingervi all'interno dell’Anello d’Oro le città più facili da raggiungere sono Vladimir e Suzdal.

Le nostre tappe:

- Arrivo a Mosca, soggiorno di 4 notti a Mosca (con una giornata a Sergiev Posad – città nel cd. Anello d’oro).

- Trasferimento a Vladimir (antica capitale russa) con treno sapsan e soggiorno di 2 notti per visitare anche Suzdal

- Trasferimento a San Pietroburgo con treno notturno (noi abbiamo voluto provare la terza classe, un'avventura nell'avventura), 5 notti a San Pietroburgo e ritorno

 

La scelta di Vladimir (carina) e Suzdal (bella) è stata dettata esclusivamente dalla comodità e dal tempo a disposizione (2 giorni). Vladimir è facilmente raggiungibile in treno e da lì, Suzdal è a circa mezz’ora con un bus.

Ci sono anche altre città dell’Anello d’Oro che meriterebbero una visita, ad esempio, Yaroslav, e Kostroma ma erano necessari più giorni.

 

Anche la cucina russa vi sorprenderà! 

 

Requisiti per entrare nel Paese:

Oltre al passaporto, con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel Paese, è obbligatorio il visto di ingresso. Non si può arrivare in Russia sprovvisti di visto poiché "in loco" è impossibile regolarizzare la propria posizione nei confronti delle Autorità locali.  Per il visto turistico ci siamo affidati ad un’agenzia specializzata (con sede a Milano e Roma), dopo un’accurata ricerca on-line per trovare quella più economica. L’agenzia ci ha fornito gli inviti necessari per l’ingresso e l’assicurazione medica. Per 13 giorni il visto è costato 130 euro a persona.

Se volete andare direttamente al consolato, è necessario richiedere gli inviti agli hotel che avete prenotato. Noi, avendo prenotazioni cancellabili avremmo dovuto pagare circa 25 euro ad invito. Alla fine è risultata conveniente in termini di tempi (soprattutto) e costi l’agenzia rispetto ad andare direttamente al consolato e fare la richiesta della pratica.

E’ poi necessario registrarsi negli alberghi se si rimane per più di un certo numero di giorni, e il servizio è offerto direttamente in reception, abbiamo conservato la ricevuta della registrazione e dei biglietti del treno per confermare eventuali spostamenti.

Tenete conto le che regole relative ad accessi e registrazioni cambiano abbastanza spesso, quindi controllate sul sito viaggiaresicuri le informazioni aggiornate.

 

Spostamenti:

La rete di trasporti russi è capillare ed efficiente.

Le famose metropolitane sono veri e propri capolavori architettonici, sembra di essere in un museo (lampadari, statue, mosaici, marmi…). Oltre al lato estetico, sono pulite e frequenti. Quindi comodissime per muoversi, soprattutto a Mosca.

Discorso simile per i treni, noi abbiamo viaggiato sia col Sapsan (treno veloce) che con il treno notturno (addirittura in terza classe!!) e anche qui: prodvonista (che sarebbe il nostro controllore) super efficiente, pulizia e sicurezza.

Infine i bus: oltre al classico autobus granturismo, nuovo e confortevole, che viene utilizzato per le lunghe distanze (noi l’abbiamo usato da Mosca a Sergiev Posad), ci sono le marutska, che sono tipici dell’est Europa: piccoli taxi collettivi che fanno un giro prestabilito, partendo dalle stazioni dei bus e si fermano a richiesta. Le attrazioni sono tutte ben collegate, con un foglietto con scritto in cirillico la destinazione non abbiamo avuto problemi.

 

Raggiungere il centro dagli aeroporti di Mosca che di San Pietroburgo è facile, utilizzando i mezzi pubblici.

 

La prenotazione dei treni noi l’abbiamo fatta on-line direttamente dall’Italia, sul sito ufficiale delle ferrovie russe (c’è anche la lingua inglese). Abbiamo evitato i siti che offrono biglietti ma fanno delle creste pazzesche.

E’ necessario pre-registrarsi e segnare per ogni biglietto il nominativo e i dati di un documento di identificazione. Avevo letto di alcuni viaggiatori che avevano avuto problemi con le carte di credito, noi abbiamo usato una visa electron, già registrata alla procedure “Verified by visa” senza problemi. (Nella pratica dopo aver inserito i dati della carta il sistema ti collega ad una nuova pagina in cui devi inserire un’ulteriore password).

In alternativa, i biglietti si possono acquistare direttamente in biglietteria in Russia, se non avete particolari problemi di tempo.

Dove soggiornare:

Le sistemazioni possibili sono varie, dagli ostelli agli alberghi di diversa categoria, per Mosca e San Pietroburgo. Meno ampia la scelta per Vladimir.

Le nostre scelte sono ricadute su Mosca per un hotel di media categoria di fronte alla fermata di una metropolitana, a 3 fermate dalla zona del Cremlino, per evitare di perderci; per San Pietroburgo abbiamo optato per la zona vicino alla stazione, in una parallela della Prospettiva Nevskij, per una questione di comodità considerato che arrivavamo in treno.

 

Indicazioni sanitarie

E’ obbligatorio stipulare un’assicurazione sanitaria, per ottenere il visto, ma non sono necessari particolari accorgimenti una volta lì (ovviamente per le città che abbiamo visitato noi). I servizi pubblici sono numerosi e ben tenuti, soprattutto nelle grandi città, che sono decisamente abituate all’afflusso di turisti. Se utilizzate l’agenzia per ottenere il visto, l’assicurazione è compresa nella pratica.

 

Costi

A differenza di quanto può sembrare, la Russia non è un paese caro, soprattutto perché le possibilità per soggiornare e per i pasti sono numerose e per tutte le tasche.

Anche i trasporti sono economici  (circa 50 centesimi per un biglietto della metropolitana, 5 euro per raggiungere il centro dall'aeroporto di Mosca). I musei hanno i costi europei, per darvi un’idea l’ingresso al Cremlino (cattedrali interne escluse Armeria), costava 6 euro, l’Armeria 11 euro. Il biglietto giornaliero all'Hermitage costa 11 euro (18 se lo si prenota on-line).

La moneta è il Rublo Russo (RUB). 

In alto Mosca, in basso San Pietroburgo
In alto Mosca, in basso San Pietroburgo

In linea generale, San Pietroburgo è una città stupefacente a livello di sfarzo e per il fascino dei canali (spesso è chiamata la “Venezia del Nord”). E’ una città relativamente nuova, ricostruita, con tanti elementi dell'architettura italiana. E’ anche molto europea, quindi facile come visite, per trovare menù in inglese, per chiedere informazioni, al pari degli altri paesi europei.

 

Mosca, anche se più complessa in tema di organizzazione perché l’inglese non è molto parlato e i mezzi hanno indicazioni solo in russo, l’ho trovata decisamente più affascinante. È questa la Russia vera, e a noi è piaciuta moltissimo. Entrare nell'immensa Piazza Rossa su cui svettano le cupole di San Basilio è una sensazione davvero difficile da spiegare.

 

Buon viaggio!

 

Scrivi commento

Commenti: 7
  • #1

    marta caocci (lunedì, 30 gennaio 2017 13:32)

    Ciao, grazie per queste informazioni molto utili. sto provando a organizzare un viaggio similare ma volendo stare più di 14 giorni ho paura che sia obbligatorio l'utilizzo di un'agenzia che vidimi le diverse tappe. non riesco a trovar conferma e il consolato non risponde, mi toccherà andare di persona. grazie in anticipo!

  • #2

    Gi - ViaggioloGi (lunedì, 30 gennaio 2017 14:16)

    Ciao Marta,
    grazie per il tuo commento. A me la Russia è rimasta nel cuore e il fai-da-te una bella conquista!
    Per la questione visto io mi ero rivolta ad un'agenzia perché utilizzare il canale del consolato era più macchinoso e dovevo chiedere ore di permesso.. Si è rivelata una soluzione comoda e nemmeno troppo dispendiosa (tieni conto che alcuni hotel fanno gli inviti a pagamento).
    Io mi ero rivolta all'agenzia Go2east, che fa anche servizio domiciliare. Prova a chiamare loro che ti sapranno sicuramente dare indicazioni.
    Se hai bisogno di altre informazioni scrivimi pure.
    Buon viaggio!

  • #3

    Elisabetta (giovedì, 23 febbraio 2017 21:28)

    Ciao!
    Io vorrei andare in russia con mia madre ma non avendo una settimana di tempo per poter fare sia San Pietroburgo che Mosca, opterei solo per Mosca,
    Siccome i pacchetti con guida prevedono solo 3 notti, opterei per comprarmi in agenzia solo volo+visto e magari albergo.
    Secondo te è meglio rinviare un'altra volta unendo San Pietroburgo?
    Grazie mille!
    Elisabetta da Padova

  • #4

    Gi - ViaggioloGi (mercoledì, 01 marzo 2017 22:01)

    Ciao Elisabetta! La risposta alla tua domanda è difficile. Tieni conto che i biglietti aerei si trovano partendo dai 150 euro a testa e il visto costa anche quello sui 100 euro. Quindi la mia risposta è: "dipende".. Mosca è davvero bella, e 4 giorni potrebbero essere sufficienti, ma fare almeno una settimana ti permetterebbe di ottimizzare i costi fissi di volo+visto. Se decidi di partire e hai bisogno di altre informazioni scrivimi pure!
    A presto

  • #5

    marta (giovedì, 02 marzo 2017 15:55)

    quindi consigli la Go2east? provo a sentirli! grazie!!

  • #6

    Gi - Viaggiologi.it (giovedì, 02 marzo 2017 18:15)

    Ciao Michela,
    nel 2013 avevo chiesto diversi preventivi e la Gi2east era la più economica e mi ero trovata bene.
    Buon viaggio!!

  • #7

    Lorenzo&Roberta (martedì, 14 marzo 2017 13:53)

    Salve a tutti, noi abbiamo visitato la Russia (Mosca e San Pietroburgo) la scorsa estate. Abbiamo prenotato la visita all'Ermitage di San Pietroburgo direttamente sul sito ufficiale. Per il visto abbiamo preferito rivolgerci al tour operator Incoming Russia che ci ha fornito un servizio completo, ritirando e riconsegnando i passaporti a casa, evitando così di recarci in consolato. Saluti Lorenzo.